0item(s)

Non hai articoli nel carrello.

DIVISIONE ORO DA INVESTIMENTO E METALLI PREZIOSI

Product was successfully added to your shopping cart.

IL FASCINO IMMORTALE DELL'ORO TRA ARTE,COLLEZIONE E INVESTIMENTO

INTRODUZIONE

Questa guida vuole fornire un breve excursus sull’importanza dei metalli preziosi, in particolare dell’oro, nello sviluppo economico e artistico dell’uomo nel corso della sua storia. Scopriremo insieme le origini dell’oro, il suo diffondersi e i suoi impieghi, passando dai tempi antichi fino ai giorni nostri. Vedremo come ancora oggi l’oro rappresenti un elemento prezioso in grado di affascinare e stupire, dal punto di vista artistico ed emotivo, oltre ad essere una valida e affidabile forma di investimento. Nell’augurarvi una buona lettura speriamo sinceramente di potervi offrire alcuni spunti importanti da applicare alla vostra vita privata e alla vostra attività lavorativa.

L’ORO, UNA STORIA CHE VIENE DA LONTANO

NASCITA E ORIGINI

Il legame tra l’uomo e l’oro (ma anche l’argento) è un fatto per certi versi incredibile, che accompagna da sempre la storia dell’uomo. L’estrazione dell’oro risale addirittura alla nascita delle prime civiltà in Mesopotamia, nell’Africa settentrionale, circa 6000 anni fa. Secondo recenti calcoli si stima inoltre che da allora siano state prodotte circa 150.000 tonnellate e che ogni anno vengano estratte circa 2.400 tonnellate. Un amore vero, insomma. Un legame indissolubile. Da sempre, infatti, le proprietà fisiche di questo materiale (la sua lucentezza, la facilità di lavorazione, l’enorme resistenza) hanno conferito all’oro un ruolo centrale nella storia dell’umanità. Un rapporto testimoniato in primo luogo dagli antichi egizi che ci hanno consegnato oggetti d’oro (per lo più ornamenti e gioielli) risalenti al 5.000 A.C. Furono però gli etruschi e i romani a raggiungere il più elevato grado di maestria nella produzione e lavorazione dell’oro. Una produzione che non ha conosciuto sosta, arricchendosi di nuovi utilizzi e procedimenti, fino ai giorni nostri.
Una storia vecchia di 6000 anni
  • egizi
  • etruschi
 

LA MONETA PER ECCELLENZA

Da sempre oro e argento sono associati al concetto di moneta. Furono i Sumeri (a quanto sappiamo già inventori di scrittura e aritmetica nel quarto millennio A.C.) a fissare il corrispettivo di singoli oggetti o prodotti in argento e oro, anche se questi stessi materiali venivano custoditi dai sacerdoti nel tempio in quanto considerati oggetti sacri. Alla base del sistema sumerico fu la libbra d’argento (la mina) del peso di 436 grammi. Ma furono i Lidi gli inventori del denaro-moneta (anche se alcuni attribuiscono il primato ai cinesi). Nella parte occidentale della Lidia anatolica (le attuali province turche di Manisa e l’entroterra di Smirne) intorno alla metà del settimo secolo A.C. circolarono i primi pezzi di materiale prezioso sui quali il re aveva fatto imprimere il suo sigillo. E fu nel 550 A.C. che il re Creso fece coniare le prime monete d’oro puro. La moneta d’oro aveva il suo inizio. La storia andò avanti. Fu proprio dalla Lidia, infatti, che i Greci importarono il sistema aureo che traeva a sua volta origine dal sistema adottato da sumeri e babilonesi. Per gli antichi ebrei, per fare un altro esempio curioso, il siclo era infatti la cinquantesima parte di una mina. Secondo il vangelo di Matteo, il prezzo del tradimento di Gesù fu fissato in trenta sicli, poco più di duecento grammi di argento. La moneta sostituiva il baratto e diventava il punto centrale dell’economia. Il potente mezzo per facilitare scambi e commerci in tutto il mondo. L’oro diventava il metallo universalmente riconosciuto come un oggetto di valore e pertanto, come un indispensabile mezzo di progresso tanto da far segnare per i greci il passaggio dalla forma di vita agricola a quella urbana. Chiudiamo questa rapida introduzione con una curiosità: Provate a indovinare chi fu il primo uomo vivente a farsi ritrarre su una moneta d’oro? Giulio Cesare, ovviamente.

 

Fu il Re Creso nel 550 A.C. a coniare le prime monete di oro puro
Moneta creso
  Moneta di Creso
   
   

GLI UTILIZZI E LE FUNZIONI DELL'ORO

L’oro, come dicevamo, ha delle caratteristiche uniche che ne hanno decretato il successo non solo in campo monetario. Oltre alla funzione monetaria e di riserva (fino a qualche decennio fa le banche centrali potevano emettere monete e debiti solo a fronte di quantità definite di oro come garanzia) l’oro ha sviluppato una funzione di investimento. Pensiamo al classico esempio di soggetti privati che si affidano all’oro come “bene rifugio” in situazioni di instabilità economica e di incertezza monetaria. La terza funzione dell’oro è quella di bene di consumo per uso industriale, in gioielleria o nelle tecnologie elettroniche e medicali. Inutile sottolineare il fascino dell’oro come Status Symbol nel campo dei gioielli. Più curioso il suo utilizzo nell’elettronica, dovuto essenzialmente alle sue proprietà di ottimo conduttore di elettricità. Se poi è anche resistente e atossico, non ci stupiamo di averlo visto impiegato anche in campo medico e odontoiatrico. Insomma l’oro da sempre è un prezioso amico dell’uomo, un fedele compagno di cui aver cura. Un metallo che non invecchia ma nasconde ancora un innegabile fascino, il fascino di un’eterna giovinezza.
L'oro segna per i Greci il passaggio dalla vita agricola alla vita urbana
Moneta creso
  Moneta di Alessandro Magno
Oggi la quotazione dell’oro è di 5 volte superiore a quella del 2000

L’ORO OGGI, LA GRANDE OCCASIONE

Investire oggi in oro rappresenta ancora una grande occasione, amplificata dal contesto di crisi economica attuale. Per capirlo diamo insieme un’occhiata al prezzo dell’oro e alla sua curva negli ultimi 20 anni circa

VALORE ATTUALE DELL'ORO

Come abbiamo visto ne ha fatta di strada l’oro e la sua storia, a dispetto della sua longeva età, vive oggi una nuova fase di grande fermento. Facile intuirlo anche con un semplice sguardo al grafico che mostra il suo valore accresciuto in modo prepotente negli ultimi 20 anni passando da poco più di 10 Euro per grammo nel 2000 al picco di oltre 50 Euro per grammo del 2020. 
 
grafico oro da investimento
Andamento prezzo dell'oro dal 2000 ad oggi

I DIVERSI MODI DI INVESTIRE IN ORO

Oro e moneta, abbiamo visto, hanno da sempre un legame sottile che li unisce. La perdita di valore della moneta può infatti contribuire a un innalzamento del valore dell’oro. Da qui l’importanza dell’oro come bene rifugio e come forma di investimento. Oggi ci sono sostanzialmente quattro modi per investire in oro: Tramite l’acquisto di lingotti d’oro, di monete d’oro, di gioielli in oro e infine di oro finanziario, attraverso l’acquisto di fondi (Exchange Traded Funds – ETF) e azioni riconducibili a società che producono l’oro. Chiaramente sono 4 modi molto diversi per investire nell’oro, ognuno con il suo fascino e i suoi guadagni. L’acquisto di lingotti e monete è la forma più comune di investimento con quest’ultime che, oltre al valore intrinseco del metallo prezioso, acquisiscono un valore aggiunto dovuto alla limitazione della tiratura, al tema celebrato e al prestigio della Zecca che lo produce. Stesso discorso per i gioielli che, oltre ad avere un innegabile fascino e un utilizzo più attivo e piacevole, hanno un plus di valore garantito dalla lavorazione e dalla componente artistica (alcuni gioielli sono delle vere e proprie opere d’arte). Il valore artistico e la lavorazione sono però elementi che ne fanno salire il prezzo in modo difficilmente valutabile anche in fase di acquisto. Senza contare l’usura e la purezza del materiale, elementi che vanno tenuti sotto controllo e valutati con cura. Parlando invece dell’oro finanziario valgono le regole della borsa e dei mercati con i loro rischi e le loro opportunità, tenendo sempre presente, che in mano, fisicamente, non si ha nulla, con tutto ciò che questo può comportare.

Lingotti, monete, gioielli, oro finanziario. Quante forme di investimento!

  • egizi
  • etruschi

 

LA GRANDE CERTEZZA: IL FASCINO DELL'ORO

È inutile, in questa sede, sbizzarrirsi in previsioni sull’andamento futuro del prezzo dell’oro, cosa che, francamente, non ci interessa e che lasciamo volentieri agli esperti della finanza. Ci piace piuttosto soffermarci sul fascino e sul grande appeal che, ancora oggi, questo straordinario metallo è in grado di generare. UN VALORE EMOTIVO CHE GUARDA LONTANO L’acquisto di lingotti, monete e gioielli d’oro, possiede ancora oggi, infatti, un fascino innegabile che trasforma questi oggetti in beni preziosi ed esclusivi che guardano lontano. L’inconfondibile brillantezza e lucentezza dell’oro, la sua resistenza al deperimento, da sempre ne fanno un bene unico che può accompagnarci nel corso della nostra vita. Ognuno di noi, se ci pensiamo, conserva un braccialetto, una medaglia, un anello, magari una moneta o più in generale un oggetto d’oro o d’argento che risale a eventi importanti che hanno segnato la nostra esistenza. Eventi spesso con una connotazione religiosa (battesimi, cresime, compleanni, matrimoni) ma anche eventi specifici legati alla carriera professionale (targhe, riconoscimenti, orologi) che hanno scandito il nostro percorso lavorativo. L’oro acquisisce così un valore emotivo che va al di là del valore fisico dell’oggetto. Da oggetto prezioso si trasforma in un ricordo prezioso, che dura nel tempo, a volte, anche per sempre.
Il futuro dell'oro? il solito connubio di valore, arte e storia
fedi

IL PERFETTO CONNUBIO TRA ARTE E ORO

L’oro ha rivestito un ruolo centrale anche nel mondo intrigante e affascinante della storia dell’arte e quindi poi del collezionismo. Proprio per il suo alto valore e per il suo difficile reperimento ma anche per la sua innegabile bellezza e lucentezza, l’oro ha infatti accompagnato per secoli artisti e grandi personaggi della storia. Fin dagli Egizi l’oro ebbe largo impiego nell’impreziosire le necropoli dei faraoni (come non citare i meravigliosi manufatti della tomba di Tutankhamon). Anche Etruschi e Romani, grandi esperti orafi, utilizzarono in abbondanza l’oro soprattutto in epoca imperiale in campo artistico. Passando al Medioevo furono i Bizantini a consegnarci un’alta produzione di oggetti artistici d’oro. Tra questi reperti pensiamo alla “Crux vaticana” (o croce di Giustino II), conservata nel Museo del Tesoro della Basilica di San Pietro in Vaticano, di cui abbiamo traccia anche in alcuni mosaici bizantini di Ravenna. Anche l’oreficeria barbarica ebbe un’ampia fioritura mentre, passando all’età moderna, nel Rinascimento il connubio tra arte figurativa e oreficeria si fece sempre più stretto. L’oro fu grande protagonista anche nei tempi del colonialismo con i gioielli che andavano ad impreziosire le corti dell’alta aristocrazia. Senza contare l’immenso patrimonio artistico che lega l’oro all’arte di connotazione religioso-cristiana. L’oro, perfetto richiamo simbolico al divino, compare da sempre nell’altare e negli oggetti per la celebrazione eucaristica, nei calici e nei piatti (la patena) per l’ostia, nella croce processionale o fissa che adornava l’altare. Un amore e un connubio, quello tra arte e oro, che arriva fino ai nostri giorni con casi di successo emblematici, spesso conosciuti al grande pubblico. Come il grande pittore austriaco Gustav Klimt (1862-1918) che, affascinato dall’oro dei mosaici bizantini visti nella Basilica di San Marco a Venezia, lo utilizzò ampiamente come sfondo in molte delle sue opere più famose (durante il suo periodo d’oro dal 1905 al 1909) facendolo diventare un vero e proprio tratto distintivo del suo stile pittorico.
 
La creatività dell'artista più il valore dell'oro per oggetti unici
crux vaticana klimt
  Crux Vaticana Il bacio di Gustav Klimt

IL COLLEZIONISMO E L'ARTE ORAFA

Arte e collezionismo sono due mondi incredibilmente vicini e affini per valori e logiche. Dove c’è bellezza c’è anche il bisogno di possedere, di collezionare, di conservare. L’oro e l’arte sposano entrambi la creatività dell’artista, unita alla preziosità del metallo, consegnandoci oggetti unici destinati a durare nel tempo, accrescendo il loro valore. Gli oggetti da collezione, come le monete commemorative, diventano allora un importante segno capace di misurare la storia e gli eventi più importanti che hanno accompagnato l’umanità nel suo progredire. Ma anche un mezzo pregiato per lasciare una traccia del proprio passaggio nella storia oltre che un modo intelligente di elargire doni e regali di alto valore. Anche qui possiamo fare alcuni esempi storici, come le monete commemorative romane, nelle quali si divinizzava un imperatore o la sua consorte. O le monete d’oro e d’argento che usarono i dogi veneziani nel sedicesimo secolo (le oselle) per omaggiare i nobili del maggior consiglio. Per concludere, possiamo tranquillamente affermare che l’arte orafa ha segnato la storia dell’uomo contribuendo a regalarci meravigliose opere d’arte di enorme importanza storica e artistica.
  • egizi
  • etruschi

IL REGALO CHE NON DELUDE MAI

Oggi l’oro rappresenta ancora un regalo più che mai gradito, spesso capace di sorprendere e stupire colui che ha la fortuna di riceverlo. Anche in contesti lavorativi, una medaglia commemorativa o un oggetto d’oro in concomitanza con una particolare ricorrenza aziendale, possono fornire un elevato grado di soddisfazione per il ricevente e apporre il sigillo a collaborazioni e partnership durature.INTERCOINS. REGALI AZIENDALI E OPPORTUNITA’ PER COLLEZIONISTIIntercoins spa è una realtà storica che nasce nel 1970 specializzandosi in particolare nella lavorazione di metalli preziosi quali oro e argento. Un DNA orafo che oggi permette a Intercoins di proporre ai propri clienti soluzioni molto diverse ma avendo conservato quella cura per il dettaglio che ne hanno fatto un partner affidabile in grado di fornire un alto valore aggiunto in termini di consulenza e progettualità. Ancora oggi, nonostante abbiamo ampliato notevolmente la nostra offerta in altri ambiti, riteniamo che monete e medaglie d’oro, lingotti d’oro per investimento e confezioni regalo per eventi speciali, siano un modo elegante ed estremamente d’effetto per stupire e sorprendere partner e clienti, oltre a rappresentare tuttora un’intelligente e remunerativa forma di investimento.Ai nostri clienti possiamo proporre un ampio catalogo di prodotti di valore in oro e argento che raffigurano importanti opere d’arte italiane, città e capolavori italiani ed europei oltre a eventi storici commemorativi come il 150esimo anniversario dell’unità d’Italia, la Costituzione europea, i mondiali di Calcio. Grande spazio anche alle monete commemorative di Canada, Stati Uniti, Gran Bretagna e Austria oltre ad alcune coniazioni selezionate dedicate a Papa Francesco, a Papa Benedetto XVI e alla canonizzazione di Giovanni XXIII e Giovanni Paolo II.
Intercoins, un'impresa con DNA orafo

CONCLUSIONI

Speriamo di avervi fatto un gradito omaggio con questa piccola guida che ci ha ricordato l’importanza dei metalli preziosi, in particolare dell’oro, nella storia dell’uomo e del suo progredire sia da un punto di vista artistico che economico. Come esperti dal 1970 nella lavorazione di metalli preziosi, siamo contenti di potervi offrire la nostra esperienza per potervi consigliare adeguatamente nelle vostre scelte di regalo, di collezione o di investimento.

La nostra divisione, oro da investimento, mette a vostra disposizione una vasta gamma di monete d’oro a corso legale coniate dalla più importanti Zecche del mondo. Il sito intercoins.it offre la possibilità di acquistare Sterline d'oro, Once e lingotti in oro alle migliori quotazioni.

Non esitate a contattarci per qualsiasi chiarimento o necessità.

Saremo lieti di guidarvi con professionalità verso le soluzioni più adatte alle vostre esigenze.

Intercoins dal 1970 Regalo Collezione Investimento

fascino dell'oro